Elettorale

SCRUTATORI E PRESIDENTI DI SEGGIO

GLI SCRUTATORI

Lo scrutatore si occupa di tutte le operazioni preparatorie e di gestire le operazioni di voto durante l’apertura del seggio, assistendo presidente e segretario nelle loro funzioni.

 

L’iscrizione all’Albo

Gli Albi dei Presidenti e degli Scrutatori sono tenuti presso il Comune di residenza. L'iscrizione all'Albo degli scrutatori consente, al momento delle elezioni, di poter essere nominato scrutatore presso i seggi per partecipare alle operazioni elettorali. Questo albo contiene la lista delle persone che hanno presentato domanda e siano risultate idonee a svolgere il servizio. L’iscrizione all’Albo è gratuita, e si può fare presentandola all’ufficio elettorale del Comune di residenza tramite l’apposito modulo, compilato. Insieme va consegnata una copia del documento di identità, che può essere portata all’ufficio protocollo, inoltrata al Comune anche via mail, o via posta, sotto forma di raccomandata a/r. La domanda deve essere presentata entro il 30 novembre. Una volta inseriti nella lista non sarà necessario rinnovare ogni anno l’iscrizione. La nomina non decade a meno che non si perdano i requisiti, si rifiuti la nomina o si chieda la cancellazione motivata. Invece, se si cambia Comune di residenza, l’iscrizione andrà rinnovata nel nuovo Comune.

 

Requisiti

Per fare richiesta di iscrizione all’Albo è necessario:

  • avere compiuto 18 anni
  • essere cittadini italiani
  • essere iscritti nelle liste elettorali del proprio Comune di residenza
  • godere dei diritti politici, ossia essere elettori passivi e attivi
  • aver assolto agli obblighi formativi scolastici

Non possono essere scrutatori di seggio:

  • i dipendenti dei Ministeri dell’Interno, delle Telecomunicazioni e dei Trasporti
  • gli appartenenti alle forze armate in attività di servizio
  • i segretari o dipendenti comunali addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione
  • i rappresentanti di lista

La nomina

Gli scrutatori vengono nominati in occasione di ogni consultazione elettorale dalla apposita Commissione elettorale comunale. La chiamata è diretta e nominativa. Una volta approvata la nomina, verrà notificata allo scrutatore. In caso di gravi e comprovati impedimenti, questi dovranno essere notificati all’ufficio elettorale non appena manifesti, prima della consultazione elettorale, e in quel caso sarà l’ufficio elettorale ad effettuare una nuova chiamata.

 

Il compenso

Il compenso per gli scrutatori non costituisce reddito ai fini fiscali e varia a seconda del numero di elezioni che si svolgono lo stesso giorno: sono infatti previste maggiorazioni se ci sono più schede elettorali.

 

I PRESIDENTI DI SEGGIO

Il Presidente di seggio ha maggiori obblighi rispetto agli scrutatori poiché appunto presiede le operazioni di voto. Si deve occupare di coordinare gli scrutatori, sceglie il vicepresidente di seggio, e il segretario di seggio. Nei suoi compiti rientra vigilare sul corretto andamento di tutte le attività del seggio elettorale. 

 

L’iscrizione all’Albo

L'iscrizione all'Albo dei Presidenti consente, in occasione delle elezioni, di poter essere nominati, da parte della Corte d'Appello, Presidente di Seggio elettorale. Per candidarsi è necessario iscriversi all’albo delle “persone idonee alla funzione”, presentando domanda al Comune di residenza. La scadenza è prevista per ottobre, ogni anno. L’iscrizione all’Albo è gratuita, e si può fare presentandola all’ufficio elettorale del Comune di residenza tramite l’apposito modulo, compilato. Insieme va consegnata una copia del documento di identità, che può essere portata all’ufficio protocollo, inoltrata al Comune anche via mail, o via posta, sotto forma di raccomandata a/r.
 

Requisiti

Per essere nominati Presidenti di seggio valgono gli stessi requisiti necessari per gli scrutatori, ma è necessario un titolo di studio pari almeno al diploma di istruzione secondaria di secondo grado. Inoltre è previsto un limite d’età, fissato a 70 anni. Per quanto riguarda gli ostacoli a diventare presidente di seggio, sono gli stessi già visti per gli scrutatori.

 

La nomina

La Corte d’Appello competente nomina i presidenti di seggio ad ogni tornata elettorale.

 

Il compenso

Il compenso per i presidenti non costituisce reddito ai fini fiscali e varia a seconda del numero di elezioni che si svolgono lo stesso giorno: sono infatti previste maggiorazioni se ci sono più schede elettorali.

 

torna all'inizio del contenuto