Ambiente 17 gennaio 2018

Bonus per Energia e Gas

Bonus gas e luce
Domande Bonus per fornitura di Energia Elettrica e Gas Naturale per l'Anno 2018
La legge di Bilancio ha confermato le agevolazioni sui costi delle bollette di luce e gas previsti per le famiglie a basso reddito introdotto dal Governo già dal 2009, al fine di sostenerle economicamente.

RINNOVO DOMANDE

Si ricorda che la presentazione delle domande di RINNOVO del bonus per le forniture di energia elettrica e di gas naturale nei mesi di gennaio e febbraio possono essere presentate entro il 28 febbraio 2018 qualora il periodo di agevolazione in corso scada il 31 gennaio o il 28 febbraio. (al fine di usufruire con continuità del bonus elettrico e/o gas per disagio economico)
Questa possibilità, che costituisce una deroga alla regola ordinaria che prevede che la domanda di rinnovo vada presentata entro l'undicesimo mese dell'agevolazione in scadenza, consente di rinnovare la certificazione ISEE necessaria per attestare la condizione di disagio economico (dal momento che l'attestazione ISEE scade sempre il 15 gennaio di ogni anno).

NUOVE DOMANDE BONUS GAS E LUCE ANNO 2018

La legge di Bilancio ha confermato le agevolazioni sui costi delle bollette di luce e gas previsti per le famiglie a basso reddito introdotto dal Governo già dal 2009, al fine di sostenere economicamente il reddito delle famiglie più disagiate, garantendo loro un risparmio sulla spesa annuale di luce e gas.

Bonus gas 2018
Il bonus gas è una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e famiglie numerose.
Hanno diritto a usufruire dell’agevolazione quei clienti domestici che hanno un reddito Isee nel proprio nucleo familiare inferiore € 8.107,50 annui. In caso di nucleo familiare con più di 3 figli la cifra sale a € 20.000,00 euro. Possono ottenere il bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura di gas naturale, per la sola abitazione di residenza.
Il bonus dura dodici mesi e dà diritto ad uno sconto sulla bolletta. L'importo dello sconto dipende da una serie di variabili (componenti della famiglia, zona climatica etc).

Bonus luce 2018
Il bonus luce o bonus elettrico è uno sconto sulla bolletta per le famiglie con un Isee inferiore ad una certa soglia. Tale aiuto perdura per 12 mesi, ma è rinnovabile e non va ad influire sul reddito della famiglia che lo ha richiesto.
Il bonus elettrico può essere richiesto dai clienti domestici, quindi non da aziende o società, con un reddito Isee inferiore € 8.107,50 annui. Tale soglia sale a € 20.000,00 se nella famiglie di chi ha fatto la richiesta ci sono più di tre figli a carico.
Inoltre, tutti i clienti domestici che hanno in casa una persona affetta da una grave forma di malattia che costringe all'utilizzo di apparecchiature elettromedicali per la sopravvivenza della persona malata. In questo caso, la famiglia deve, essere in possesso della relativo documentazione rilasciata dalla ASL, ossi, di un certificato sanitario che attesti la necessità di utilizzare tali apparecchiature, il tipi, l'indirizzo presso il quale è installata e la data di installazione ed inizio all'uso da parte del cittadino.
La richiesta del bonus per disagio fisico non è legata né al reddito né alla composizione del nucleo familiare; pertanto non è necessario presentare alcuna documentazione relativa all'ISEE.
Il bonus per disagio fisico va richiesto dal titolare della fornitura domestica di energia elettrica (il malato o la famiglia presso cui vive).
Entrambi i bonus luce, sono cumulabili allorché ricorrano i rispettivi requisiti di ammissione al beneficio.
Ricordiamo a proposito dell'ISEE che a seguito dell'entrata in vigore della riforma ISEE, per presentare una nuova domanda di bonus, occorre essere in possesso della DSU 2018, dichiarazione unica sostitutiva, completa del valore ISEE


Dove e quando presentare la domanda
La domanda deve essere presentata al protocollo comunale su apposita modulistica predisposta dall'Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico.

Uffici di riferimento

Servizio sociali

Ufficio Servizio-sociali
Area Area servizi demografici sociale e cultura
Responsabile Rag. Berton Diego
Indirizzo Piazza A. Palladio, 1
Telefono 049 9369433
Email diego.berton@comune.piombinodese.pd.it
Personale
Personale
Addetto Telefono Email
Gasparini Giovanna 049 9369431 giovanna.gasparini@comune.piombinodese.pd.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Mattino Pomeriggio
Lunedì 10.00-13.00
Mercoledì 10.00-13.00
Venerdì 10.00-13.00
Competenze

Il servizio cura la gestione dei rapporti con l’utenza in collaborazione con l’assistente sociale dell’ULSS 15 (istanze di persone bisognose, etc.), segretariato sociale (bonus gas, bonus energia, domanda assegno nucleo numeroso, domanda assegno di maternità), organizzazione iniziative di natura ricreativa (soggiorni climatici), organizzazione iniziative di natura salutistica (soggiorni termali, acquagym), organizzazione iniziative volte alla prevenzione dalle dipendenze, gestione del servizio di accompagnamento disabili e/o anziani con automezzo in dotazione del comune, etc..

Protocollo e Ufficio Relazioni con il Pubblico

Ufficio Protocollo-e-URP
Area Area servizi economici finanziari
Responsabile Trento Marta
Indirizzo Piazza A. Palladio, 1
Telefono 049 9369411
Fax 049 9366727
Email municipio@comune.piombinodese.pd.it
PEC protocollo.comune.piombinodese.pd@pecveneto.it
Personale
Personale
Addetto Telefono Email
Talin Onorina 049 9369411 municipio@comune.piombinodese.pd.it
Competenze

L'Ufficio per le relazioni con il pubblico (Urp) è la struttura del Comune dedicata alla comunicazione con i cittadini, centro di informazione e orientamento sui servizi e gli uffici comunali, luogo di ascolto dei dubbi e dei problemi dei cittadini.

Servizi
Informazione allo sportello:

  • su tutti i servizi, gli uffici comunali e le pratiche amministrative (sedi, orari, modalità) con possibilità di ritirare moduli di domanda, facsimile, ecc;
  • sulle principali competenze e sulle prestazioni di altri uffici e servizi pubblici della città..

Accettazione di suggerimenti e proposte fatti dai cittadini, sulle attività degli uffici comunali.
Reclami e suggerimenti.

torna all'inizio del contenuto